Sergio Armaroli

poeta, pittore e artista sonoro

La poetica di Sergio Armaroli abbraccia molteplici ambiti espressivi alla costante ricerca di una unità dell'esperienza. Si dichiara pittore, percussionista concreto, poeta frammentario e artista sonoro oltre a fondare il proprio operare all'interno del "linguaggio del jazz" e dell'improvvisazione come "estensione del concetto di arte". Concentrato su una scritturalità diffusa, consapevole di essere produttore "di-segni", dove l'invenzione verbale è "gesto poetico", nella vita è costretto ad uno sforzo pedagogico costante.

The poetics of Sergio Armaroli covers many areas of expression in constant search of a unity of experience. He declares painter, fragmented poet and percussionist concrete, sound and conceptual artist and in addition to base its work through the "language of jazz" and total improvisation as an "extension of the concept of art". Concentrated on a "widespreed scriptural language" aware of being creator of "signs", where the verbal invention is "poetic gesture" in life is forced to a constant pedagogical effort.

              Photo by ©Silvia Lelli

 ...come metodo conoscitivo, fuori dalla paralisi dello stile.

                           Photo by ©Roberto Masotti

AUTORITRATTI


Senza titolo (Autoritratto |Self-Portrait Exaggerating My Negroid Features)               

18x24, olio su cartone

Autoritratto con la mano sulla bocca (Tacere per ascoltare |Silence to Listen)

matita e acquerello su carta


Erratum about sound | visual | text

photo by ©Luisa Mizzoni

                    PhotoScritturale by ©Fabio Selvafiorita

In loving memory of TAPE 1972-2018